La Volpe ed il Caprone

    

                                                                                           

 

C’era una volta una volpe molto furba che vantandosi della sua furbizia amava cacciarsi nei guai per poi liberarsi…..

Un giorno cadde in un pozzo, ma nonostante gli sforzi, non riuscì a risalire….

Dopo alcune ore giunse allo stesso pozzo un caprone molto assetato che, vedendo la bestiola, le chiese se l’acqua era potabile…

Intuita l’occasione che le si prospettava, la volpe, non solo affermò che l’acqua era potabile, ma cominciò ad elogiarne le proprietà invitando contemporaneamente il caprone a verificarne la bontà….

                                  

                            

 

Il caprone, preso dall’arsura e senza pensarci un attimo, si calò immediatamente nel pozzo…..

Dissetandosi a grosse boccate si rivolse alla volpe ringraziandola per l’opportunità che gli aveva concesso e confermò la bontà dell’acqua.

Una volta dissetatosi, il caprone, cominciò a considerare, di concerto con la volpe, le modalità per la risalita….

Vuoi proprio risalire? disse la volpe, fiutando la possibilità di liberarsi …

Certo, ma come possiamo fare, affermò il caprone.                      

Dammi retta e vedrai che in poco tempo saremo liberi, rispose la volpe…..

…”appoggia le tue zampe anteriori in modo tale da tenere alte le tue corna, così io più agile, potrò salire e liberarti”.  

Detto e fatto il caprone obbedì, così la volpe in due mosse si ritrovò all’imboccatura del pozzo sana e salva….

La volpe, ignara del benefattore, prese allora ad andarsene, ma il caprone gridando a squarciagola cominciò a chiamarla rimproverandola per non aver rispettato i patti.

A queste grida la volpe rispose :”ahimè, mio caro, se tu possedessi tanto sale in testa quanti sono i tuoi peli della barba, non saresti disceso prima di renderti conto della risalita”  

 

 

 

morale:

anche gli uomini prima di intraprendere un’azione, devono

considerare attentamente quali potrebbero esserne le

conseguenze.

 

    



  Torna indietro Vai alla home