L'abete e il rovo

 

 

             

                             

 

 

C'era una volta un abete e un rovo che non sapevano fare altro che "beccarsi" quotidianamente.

L'abete, alto e imponente, era molto presuntuoso; il rovo, piccolo e spinoso, cercava di contrastarlo come poteva.

"Sono bello, grande e utile, gli uomini si servono della mia corteccia per costruire i tetti delle case, le navi, i mobili e gli strumenti musicali, inoltre addobbo le case durante il natale"  amava vantarsi l'abete, "e Tu, piccolo e brutto sgorbio, hai il coraggio di confrontarti con me.....Qual'e' la Tua funzione? A chi giovi? Non ti si puo' avvicinare che subito pungi e i tuoi frutti, le more, sono buoni solo per gli uccelli..".

A cosi' tanta veemenza il povero rovo rispose: "Caro abete, se Tu ti rammentassi delle scuri e delle seghe che ti spaccano, forse preferiresti essere un piccolo rovo anche Tu !!!!!!!

 

 

 

 

morale:  

nella vita la fama non deve far inorgoglire , poiche' l'esistenza degli uomini comuni e' al sicuro da ogni pericolo.



  Torna indietro Vai alla home