L’Asino che derise il Cinghiale

 

                                               

 

                     

              

C’era una volta un asinello burlone molto grigio ed anche un po’ somarello che vagabondava nella campagna alla ricerca di un po’ di cibo e di qualche animale da prendere in giro.

 

Un giorno, quasi verso sera, in una delle sue solite passeggiate si trovo’ di fronte un cinghiale e non potendo fare a meno di deriderlo disse: “Salve, fratello”…..il cinghiale  un po’ indignato, respinse il saluto e chiese all’asino il motivo di tale paragone.

 

L’asino, allora, scodinzolante e con le orecchie tese disse “Tu dici che io non Ti assomiglio; beh certo, ma le mie orecchie assomigliano tanto al tuo muso”.

 

Il cinghiale che voleva attaccarlo era fumante di rabbia per il paragone, ma tuttavia represse il suo istinto e replico:”Sarebbe facile per me la vendetta, disse il cinghiale, ma non voglio sporcarmi col sangue di una nullita’ “.

 

  

 

      

                     Morale:

Lo stolto che strapazza gli altri con offese grossolane e gratuite deve ben guardarsi dal giorno in cui la paghera’ per tutte (le malefatte).

 



  Torna indietro Vai alla home