Il leone invecchiato, il cinghiale, il toro e il somaro

 

 

Oramai distrutto dalla vecchiaia e senza piu' forze, un vecchio leone, giaceva al suolo ed a malapena riusciva a respirare , quando un cinghiale si avvicino'e con un colpo, vendico' un torto subito anni prima.

                                       

Fu poi la volta di un toro, che, con una cornata lo trafisse, ed infine, un somarello, accortosi che il leone si lasciava colpire senza reagire, gli ruppe, a furia di calci, la fronte.

 

Privo di sensi ed oramai in fin di vita, pare che il leone abbia pronunciato queste parole:"lasciarmi insultare dai forti, l'ho tollerato, anche se a malincuore, ma essere costretto a sopportare Te, o somarello, e' come se morissi due volte".

                              

 

 

 

Morale:

colui che prima o poi perde il prestigio, diventa facile bersaglio persino dei codardi (insomma il giorno del "caione" viene per tutti).



  Torna indietro Vai alla home