Il Cavallo e il soldato

 

 

Durante la guerra, un soldato, amava e coccolava il suo cavallo come un essere umano, e, considerato  che gli era compagno fedele in ogni momento e pericolo, lo viziava rimpinzandolo d’orzo.

La guerra però, dopo alcuni anni terminò, e il soldato destinò il povero cavallo a infimi lavori, costringendolo a portare carichi pesanti e nutrendolo di sola paglia.

Quando nuovamente si sentì parlare di guerra e si udì il suono delle trombe, il padrone mise le briglie al cavallo, si armò lui stesso e montò in arcione. Purtroppo però la povera bestia distrutta ed esausta, per le fatiche a cui il padrone l’aveva costretta, sussurrò:”Vattene con i fanti…tu che mi hai trasformato da cavallo in asino, come pensi di trasformare ora un asino in cavallo?   

 

MORALE

Nei momenti di tranquillità e di pace non ci si può dimenticare della sventura passata.          



  Torna indietro Vai alla home